Chiesa della Madonna della Libertà (San Leonardello)

Chiesa della Madonna della Libertà (San Leonardello)

Via Madonna della Libertà, 157, 95014 Carruba-San Leonardello CT, Italia

Giarre > Chiesa della Madonna della Libertà (San Leonardello)

È considerata un autentico esempio di chiesa rurale del Settecento siciliano. Fu edificata nel 1782 e dichiarata sacramentale nel 1812. Ad essa faceva capo un vasto territorio delimitato a sud dal torrente Mangano, a nord dall’antica chiesa di San Matteo sulla via Consolare, un tempo appartenente al territorio di Macchia, ad est dal mare (spiaggia di Praiola) e ad […]

È considerata un autentico esempio di chiesa rurale del Settecento siciliano. Fu edificata nel 1782 e dichiarata sacramentale nel 1812. Ad essa faceva capo un vasto territorio delimitato a sud dal torrente Mangano, a nord dall’antica chiesa di San Matteo sulla via Consolare, un tempo appartenente al territorio di Macchia, ad est dal mare (spiaggia di Praiola) e ad ovest dal territorio di Santa Venerina. Fu eretta parrocchia autonoma il 19 dicembre 1921.

È intitolata alla Madonna della Libertà per via di una vecchia leggenda. Un pastore sfuggito all’attacco dei Saraceni, salendo lungo il torrente dalla spiaggia si era rifugiato in un grosso cespuglio vicino al luogo dove oggi sorge la chiesa. Si narra che i Saraceni arrivati sul posto, non avendolo potuto catturare, abbiano voluto di proposito incendiare il cespuglio per stanarlo, ma lui riuscì a fuggire e da quella fuga verso la libertà ebbe origine il titolo mariano al quale la chiesa è dedicata.

L’interno è a tre navate e contiene diverse opere d’arte. Prima fra tutte la bella statua lignea della Madonna della Libertà, i cui colori richiamano altri simulacri mariani dell’ex contea di Mascali, e poi i quadri della Via Crucis, un dipinto attribuito alla scuola di Paolo Vasta (San Giuseppe) e un crocifisso ligneo. La Chiesa era dotata anche di una confraternita.

Indicazioni stradali

Servizi